Molti fotografi amano, sia per puro piacere sia per necessità, riscoprire il fascino della pellicola. È capitato anche a me!
In casa ho trovato una Minox 35 GL, una macchinetta 35mm con un obiettivo di tutti rispetto, un Minotar 35mm f/2.8.

20131121-155637.jpgLa macchina lavora in priorità di diaframma e, sia per questo sia per azionare l’otturatore, ha bisogno di alimentazione.
Negli anni ’80, quando la Minox 35 veniva prodotta, esistevano le pile al Mercurio, oggi bandite.

 20131121-155845.jpg

La Minox ha la predisposizione per una pila al mercurio da 5,6V.
Fortunatamente, senza andare ad impelagarsi con soluzioni più costose (tipo le batterie per gli apparecchi acustici), è possibile trovare un compromesso economico per alimentare la nostra micro macchina. Basta inserire nel vano quattro comuni batterie LR44 ponendo l’attenzione a non creare del contatto tra le pile e la parete del vano. Basta, infatti,  rivestire le pile con del nastro isolante e il gioco è fatto!

20131121-155858.jpg

Il voltaggio finale sarà così di 6V, la differenza con il voltaggio originale non creerà problemi tangibili nell’esposizione: potete godervi la vostra Minox 😉